Piazza San Francesco di Paola

paolaLa Piazza, dedicata al Santo protettore delle Due Sicilie, è la prima che incontri il turista proveniente dal porto, ed è una delle più amate dagli abitanti del quartiere Civita, il più antico della città.

Oggi la piazza non ha più il colore plurisecolare dell’ultimo Ottocento, quando per ragioni igieniche fu abbattuto il bastione rinascimentale che la separava dalla città, aprendo così l’attuale via Salvatore Calì, una delle strade percorse dalla processione di Sant’Agata. Inoltre il convento annesso alla chiesa ha subito un totale rifacimento nel primo Novecento, ed oggi si presenta irriconoscibile; è sede principale della Guardia di Finanza a Catania, in onore della quale è stato anche eretto il monumento presente al centro della piazza. A ciò va aggiunta la criminale costruzione del viadotto ferroviario (dopo il 1860), osteggiata invano dai catanesi, che ha allontanato di diverse centinaia di metri il mare, all’epoca immediatamente raggiungibile dal convento.

La notte tra il 23 ed il 24 agosto 1894 la chiesa di San Francesco di Paola fu travolta dalle fiamme provenienti dal deposito che ancora si trova sul suo fianco destro, venendo quasi totalmente distrutta; le poche parti superstiti furono salvate grazie al formidabile aiuto di alcuni marinai dell’esercito austro-ungarico, a bordo della corvetta Errherzog Friedrich, che direttamente dal mare puntarono le pompe sul fuoco. Ricostruita dall’Ingegnere catanese Sebastiano Ferlito in uno stile ibrido, a metà tra il barocco e l’eclettismo puro, mostra ancora oggi nelle singolari proporzioni della facciata e del campanile la sua origine settecentesca. Oggi la chiesa è sede parrocchiale, e la sua comunità anima ancora la festa del Santo titolare; recentemente, inoltre, è diventata uno dei principali luoghi di culto di San Giovanni Paolo II, di cui conserva una reliquia. Bisogna ricordare che il Santo Pontefice visitò Catania nel 1994, dedicandole alcune considerazioni.

paola2

La chiesa di San Francesco ed il convento verso il 1669 (part. della veduta di Catania di Giacinto Platania, sagrestia del Duomo di Catania). È visibile il bastione cinquecentesco (“Vastiuni ranni”) e la chiesetta del SS. Salvatore, abbattuta senza pietà nel 1860.

                   

icon-car.pngKML-LogoFullscreen-LogoQR-code-logoGeoJSON-LogoGeoRSS-Logo
Piazza San Francesco di Paola

Caricamento delle mappe in corso - restare in attesa...

Piazza San Francesco di Paola 37.501983, 15.094335

Bookmark the permalink.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>