(English) Catania’s Cathedral: ten centuries of history

Ci spiace, ma questo articolo è disponibile soltanto in English. For the sake of viewer convenience, the content is shown below in the alternative language. You may click the link to switch the active language.

IMG_2730The oriental coast of Sicily is always identified in popular culture as the place where the sicilian barocco conquered the landscape, showing its particular architectonical elements. Even if this is almost true, most of the main monuments of Catania have a complex history only hidden behind a baroque appearance, imposed mostly by 18th century reconstruction of the city after the terrible earthquake that occurred in the year 1693. The Cathedral of Saint Agatha is surely the most complex (and historically difficult in reading) monument of the city, and we’d like to make in this page a summary of its main characteristics. Continue reading

Piazza San Francesco di Paola

paolaLa Piazza, dedicata al Santo protettore delle Due Sicilie, è la prima che incontri il turista proveniente dal porto, ed è una delle più amate dagli abitanti del quartiere Civita, il più antico della città.

Oggi la piazza non ha più il colore plurisecolare dell’ultimo Ottocento, quando per ragioni igieniche fu abbattuto il bastione rinascimentale che la separava dalla città, aprendo così l’attuale via Salvatore Calì, una delle strade percorse dalla processione di Sant’Agata. Inoltre il convento annesso alla chiesa ha subito un totale rifacimento nel primo Novecento, ed oggi si presenta irriconoscibile; è sede principale della Guardia di Finanza a Catania, in onore della quale è stato anche eretto il monumento presente al centro della piazza. A ciò va aggiunta la criminale costruzione del viadotto ferroviario (dopo il 1860), osteggiata invano dai catanesi, che ha allontanato di diverse centinaia di metri il mare, all’epoca immediatamente raggiungibile dal convento. Continue reading